Marco Decimo ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio "G.Verdi" di Milano con M. Leali, ha quindi seguito i corsi di perfezionamento tenuti da D.Shafran, R.Filippini e per il quartetto da P.Borciani.
Ha suonato in Italia e all'estero (Londra, Berlino, Madrid, Praga, Budapest, Mosca, Istanbul, Tokyo, Pechino, Shanghai, Sydney, New York, Buenos Aires, Santiago, Lima, Rio de Janeiro, Montevideo, Asunciòn) nella tournèe ECYO del 1983 sotto la direzione di C. Abbado; in formazioni cameristiche tra le quali i quartetti Borciani, Stauffer, David e l'Edison Trio (collaborando tra gli altri con S. Palm, con A. Meneses e con R. Honeck nel 2005 e nel 2006 ) e anche come primo violoncello dell'Orchestra da Camera Stradivari di Milano diretta da D. Gatti .
Dal 1997 al 2015 ha collaborato con L. Einaudi con cui ha realizzato undici CD di cui tre per la Decca Records e numerose tournée mondiali suonando nelle più importanti sale da concerto (1).
Sempre di Einaudi nel 2006 ha eseguito ed inciso come solista i due adagio per violoncello e orchestra da Divenire con i Royal Liverpool Philharmonic Strings.
Ha al suo attivo numerose incisioni discografiche e radiofoniche, tra cui la prima registrazione assoluta delle sonate per violoncello di G.B. Platti, l'integrale dei lavori per trio di Casella, i trii Op. 1 e i quartetti Op. 2 di A. Sacchini, il quintetto e il nonetto di A. Zanella, il doppio quartetto di O. Respighi, oltre a opere di Brahms (trio col clarinetto, con A. Carbonare e A. Dindo), Hindemith (ottetto, con il quintetto Arnold), Vivaldi (sonate Op.2 e 5, con H. Liviabella), Cherubini (i 6 quartetti, editi dalla Bis di Stoccolma), Verdi e Puccini (l'opera per quartetto d'archi edita sempre dalla Bis), ha inoltre preso parte a molte incisioni di compositori contemporanei tra cui G. Sollima, J. Adams, M. Gordon, M. Nyman e D. Lang.
E' docente di Quartetto presso il Conservatorio G. Nicolini di Piacenza.
Ha eseguito a Roma, Genova e Milano il concerto per violoncello ed ensemble Zebra Crossing di C. Boccadoro a lui dedicato ; nel 2000 ha composto ed eseguito il brano Ad Agio per violoncello ed archi .
Ha inoltre collaborato con numerosi jazzisti tra cui G. Mirabassi , M. Colombo , M. Negri, B. Ferra, R. e C.Marcotulli, R. Pareti, P. Fresu, D. Moroni, L. Minetti, W. Lupi, F. Arnò, l' Aisha Duo e con T. Harrell e R. Leao.
Nel 2001 e nel 2004 con l'ensemble Sentieri Selvaggi si è esibito al Teatro alla Scala di Milano.
Nel 2002 insieme al Quartetto David è stato invitato alla Filarmonica di Berlino, e nel 2004 alla TonHalle di Zurigo .
Nel 2006 ha eseguito la prima italiana di Cello Counterpoint di Steve Reich.
Dal 2009 è docente di violoncello e musica da camera presso i seminari estivi del Perinaldo Festival .
Nel 2010 è risultato vincitore del Trofeo Insound per la categoria archi.
Dal 2010 al 2014 è stato primo violoncello ospite dell' Orchestra Filarmonica della Scala.
E' stato inoltre primo violoncello ospite della Filarmonica '900 del Teatro Regio di Torino, e della Filarmonica Arturo Toscanini di Parma .
Collabora inoltre con l'Orchestra della Svizzera Italiana.
Nel marzo 2012 la sua trascrizione delle Siete Canciones Populares Españolas di De Falla è stata eseguita dai Violoncellisti della Scala.


English Version | Chinese Version | Japanese Version

 

Altre Pagine

Suoni

Recensioni

Dischi

News e Concerti

Bookmarks e Notizie

Humour







Sito Realizzato da Marco Decimo, 2002 - 2017
Altervista